Raiffeisen Purchasing Manager Index delle PMI

La ripresa avanza solo lentamente

Stampa

La situazione commerciale delle PMI svizzere dell'industria si è leggermente stabilizzata, ma resta insoddisfacente, poiché anche dopo mesi dalla fine del lockdown non si delinea tuttora alcun chiaro trend al rialzo.

«Sembra prender piede una parvenza di stabilità, malgrado l'attività commerciale ancora esigua rispetto al livello precedente alla crisi» sostiene il direttore di un'impresa produttrice di macchinari di Neuchâtel, descrivendo così in maniera esemplare la situazione delle PMI dell'industria. Al contempo relativizza però altresì il recente leggero miglioramento dell'andamento degli affari: «Speriamo che si possa far ritorno a una normalità duratura, anche se ormai non è una cosa che si può dare per scontato considerato il numero crescente di casi di COVID-19.» 

Numerose PMI interpellate da Raiffeisen in settembre prospettano una simile stima ambivalente. Nel complesso la valutazione della loro situazione è migliore rispetto al mese precedente. Di conseguenza quattro dei cinque sottocomponenti dell'indice PMI Raiffeisen hanno messo a segno un chiaro incremento, spingendo l'indice complessivo a fare un balzo da 44.3 a 48.6 punti. La flessione dell'attività commerciale è dunque soltanto leggermente rallentata in confronto al mese di agosto, ma niente di più. 

Nessuno dei cinque sottoindici si situa attualmente al di sopra della soglia di crescita di 50 punti. Tuttavia, gli ordinativi e i volumi di produzione si collocano ora esattamente a quota 50.0 punti e non sono quindi più in contrazione. Ciononostante, non si può ancora parlare di una vera e propria ripresa. Come ribadisce altresì il direttore di una grande PMI della regione bassa di Basilea Campagna, che fabbrica strumenti di precisione per il mercato mondiale: «Le incertezze relative al COVID-19 comportano oscillazioni della cifra d'affari in misura maggiore rispetto al solito. Gli effetti di ripresa e la reticenza degli acquirenti si alternano continuamente in successione.» Nel complesso anche dopo mesi dalla fine del lockdown non si delinea tuttora alcun chiaro trend al rialzo. Come previsto da Raiffeisen, l'economia svizzera dovrà probabilmente far fronte ancora per molto tempo alla crisi del corona.

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – settembre 2020 | destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

sinistra: Purchasing Manager'Index Raiffeisen delle piccole et medie imprese – settembre 2020 ­ destra: PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (I)

 

PMI Raiffeisen – Sottocomponenti (II)

  Maggio Giugno Luglio

Agosto

Settembre
Indice globale
37.4 53.3 49.7

44.3

48.6
Ordinativi 33.1 55.7 48.8

44.1

50.0
Produzione
34.3 56.4 52.4

46.4

50.0
Occupazione
34.8 52.9 48.2

41.2

48.3
Tempi di consegna 51.7 47.1 47.6

41.7

45.4
Scorte di acquisti
41.7 48.3 51.2

49.4

46.5


50 = sogila di crescita

Non perdetevi più alcuna stima congiunturale, abbonatevi alla nostra newsletter mensile.

Trovate altre pubblicazioni del Raiffeisen Economic Research alla voce Pubblicazioni Research & Macro.  

 

L'esperto di economia Raiffeisen Domagoj Arapovic

Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera
Domagoj Arapovic, Senior Economist Raiffeisen Svizzera

Domagoj Arapovic ha studiato Economia all'Università di Zurigo. Ha poi lavorato dal 2007 al 2012 presso la Banca nazionale svizzera nell'Economic Research e nella Gestione dei rischi. Detiene dal 2011 il diploma di Chartered Financial Analyst, e dal 2013 è impiegato presso Raiffeisen Svizzera come Senior Economist.

Far parte dell'indicatore congiunturale (solo PMI industriali) e vincere CHF 5'000.– 

Siete una piccola o media impresa attiva nel settore industriale? Siamo alla ricerca di ulteriori PMI che compilino mensilmente un breve sondaggio (< 5 minuti). Partecipate subito a un'idea di successo: l'indicatore congiunturale è un importante indicatore che serve a riconoscere tempestivamente gli impulsi positivi o negativi del mercato.

Tra tutte le PMI industriali partecipanti sorteggeremo un premio in denaro di CHF 5'000.–. Riceverete inoltre tutti i risultati del sondaggio e delle analisi prima della loro pubblicazione.