Mercati e opinioni

Commento sul mercato – Uno sguardo alla settimana borsistica

Come dimostra l'andamento della borsa, gli investitori sono ottimisti. Anche se attualmente le notizie su lockdown e riduzione dell'attività economica sono ancora al centro dell'attenzione, molti investitori non vi prestano attenzione.

Grafico della settimana

L'argento diventa relativamente interessante

Il prezzo di un'oncia d'oro in argento

L'argento diventa relativamente interessante

Fonti: Bloomberg, Raiffeisen Svizzera CIO Office

L'oro e l'argento si sono allontanati dai livelli massimi. Mentre l'oro era richiesto durante la crisi, l'argento sta prendendo il sopravvento poiché, a seguito della ripresa congiunturale, serve in misura maggiore all'industria. Ciò si può evincere dal rapporto oro/argento che indica quante once d'argento sono necessarie per acquistare un'oncia d'oro. Meno sono, più caro è l'argento nel confronto relativo con l'oro.

In primo piano

Calciatori meno cari

Come reso noto dalla Federazione internazionale di calcio FIFA, nel 2020 il mercato dei trasferimenti nel calcio professionistico ha registrato un forte crollo. Il numero dei trasferimenti è calato del 5.4 % e le relative somme del
23.4 %. I calciatori sono quindi diventati meno cari.

 

In agenda

Aziende dello SMI in primo piano

La prossima settimana, con Novartis, UBS, Lonza, SGS e Givaudan, cinque aziende dello Swiss Market Index (SMI) pubblicheranno i risultati dell'esercizio trascorso.

Le azioni svizzere continuano a essere richieste

La borsa svizzera ha avuto un solido inizio d'anno. Anzitutto, dopo tre settimane, lo Swiss Market Index (SMI) registra già un aumento del 2 % circa. Dal punto di vista degli investitori, ancora più positivo è l'andamento delle singole azioni: delle 20 più grandi imprese svizzere, solo i titoli della multinazionale alimentare Nestlé e del gruppo di aromi e profumi Givaudan registrano un calo, mentre i valori del gruppo di telecomunicazioni Swisscom si muovono intorno al corso di chiusura annuale. Finora con tutti gli altri titoli gli investitori hanno realizzato utili. Il divario è però notevole: si va dall'aumento del 10 % dello specialista nella cura dell'occhio Alcon alla perdita del 4 % di Givaudan. Il contrasto è ancora più grande nell'ampio Swiss Performance Index (SPI). L'azienda di biotecnologie Obseva e Blackstone Resources, operativa nel settore dei metalli per batterie, hanno raddoppiato il loro valore. Hanno registrato un forte andamento anche i titoli della farmacia online Zur Rose e della banca online Swissquote. Meno positivi sono stati invece i risultati delle azioni del fornitore automobilistico Autoneum o i buoni di partecipazione del produttore di cioccolato Lindt & Sprüngli. Questi ultimi hanno risentito in particolare di deboli vendite pasquali e natalizie. Tuttavia, finora l'attuale stagione delle comunicazioni non ha riservato grandi delusioni. Grazie all'accelerazione della digitalizzazione e al trend dell'home office, Logitech, il produttore di accessori per computer e videogiochi, è tra i vincitori della crisi da coronavirus. Solo da ottobre a dicembre il fatturato è salito dell'85 %. L'azienda ha quindi di nuovo aumentato gli obiettivi per l'anno (l'esercizio dura fino a fine marzo). Malgrado il positivo andamento degli affari, gli investitori hanno sfruttato a breve termine l'occasione per prese di beneficio. Per il produttore di gioielli e orologi Richemont la situazione è stata meno rosea, sebbene anche in tal caso si delinei sempre più una normalizzazione. Ha registrato una forte ripresa soprattutto l'economia cinese.

 

Ripresa in primo piano

Le restrizioni economiche sembrano ancora solo un ostacolo temporaneo, sebbene attualmente vengano ovunque discussi e attuati prolungamenti e inasprimenti delle misure contro il coronavirus. Le imprese si concentrano sul postpandemia. Lo confermano questa settimana i dati sulle previsioni congiunturali degli esperti finanziari tedeschi del Centro per la ricerca economica europea (ZEW). Gli USA vogliono letteralmente provocare una ripresa a tutti i costi. L'ex Presidente della Fed e probabile futuro Ministro delle finanze, Janet Yellen, si è espressa chiaramente a un'udienza davanti al Comitato Finanze: per evitare una recessione lunga e dolorosa è importante «agire senza badare a spese». Yellen era conosciuta per la sua politica monetaria accomodante già durante il suo mandato presso la Fed. 

 

Twitter sente la mancanza di Donald Trump

Le azioni del servizio di messaggistica breve, Twitter, hanno avuto un debole inizio d'anno. I titoli hanno infatti perso circa il 13 %, diventando così il fanalino di coda dell'S&P500. Ciò dipende soprattutto dal fatto che Twitter ha cancellato dalla piattaforma il Presidente USA uscente Donald Trump dopo l'assalto al Campidoglio. Dopo una forte svendita, l'erosione del corso è continuata. La perdita di uno dei clienti più importanti riduce le entrate sul mercato pubblicitario, cosa che si riflette nelle stime degli analisti. Ancora solo circa un quarto degli esperti in investimenti consiglia di acquistare l'azione. Con USD 47.43, il target price medio è solo di poco superiore al corso attuale. Anche il Presidente USA Joe Biden, in carica da mercoledì, dovrebbe comunicare tramite Twitter, ma probabilmente in misura molto minore.